Riapertura ascensore del Bastione, l’ex presidente: “Nessuno ha remato contro”

Claudio Chiarani10/06/20213min419
20200707_DSC3704 RIVA AUTORITA' ASCENSORE BASTIONE


Non si è fatta attendere la risposta all’Assessore Grazioli da parte dell’ex presidente della Lido Immobiliare Cecilia Venturini, in merito ai ritardi sulla riapertura dell’ascensore inclinato del Bastione. Una replica nella quale sottolinea come qualsiasi decisione presa in precedenza non deve essere ascritta a lei in qualità di presidente (ora ex), bensì ad un CdA (Consiglio di Amministrazione) preposto allo scopo.
“Apprendo dalla stampa – scrive l’Avvocato Venturini – che, a giudizio dell’assessore Luca Grazioli, l’ascensore a tutt’oggi sarebbe fermo perché la presidente Venturini non avrebbe predisposto la documentazione necessaria alla riapertura. Mi sento in dovere di dare la mia breve replica personale a questa affermazione del tutto inveritiera, oltre che davvero poco credibile. Potrei scriverei lunghe spiegazioni che riguardano aspetti tecnici e burocratici, ma questa non è la sede per farlo. Mi limito ad invitare il cittadino a porsi almeno una semplice domanda: per quale motivo la Venturini non avrebbe voluto aprire l’ascensore? Che interesse poteva avere a farlo restare fermo? Ecco la mia risposta: Nessuno! Nessuno ha interesse a “remare contro” la riapertura. Io mi sento di difendere non solo me stessa ma anche la società Lido, perché tutti abbiamo sempre fatto il possibile per affrontare e risolvere i numerosi problemi che ci sono stati. È normale che nel realizzare un’opera unica nel suo genere e di così grande valore economico, si siano dovuti affrontare vari ostacoli ed imprevisti, e che parti di questi dipendano anche dall’obbligo di rispettare una normativa che impone tempi e modi di ogni azione. Oggi la società Lido sta portando avanti l’iter burocratico per giungere all’assegnazione della gestione dell’impianto.
Iter che è stato avviato dalla sottoscritta e che ora viene portato avanti da chi mi ha sostituita.

Dunque, in conclusione, le mie dimissioni non hanno comportato alcun ritardo perché la nuova nomina è intervenuta a distanza di pochi giorni, e il mio successore era perfettamente al corrente di quanto fino al quel momento era stato fatto, essendo sempre stata approvata all’unanimità da parte del CdA della società ogni scelta fino a quel momento fatta. Rimane invece confermata, dalle parole di Grazioli, la sfiducia che questa amministrazione continua a manifestare verso noi amministratori Lido.
Vorrei invitare i cittadini  – conclude il messaggio della ex presidente Venturini – ad avere fiducia e rispetto verso l’operato di professionisti che con assoluta buona volontà e soprattutto senza fini politici, hanno accettato di assumere incarichi tecnici di grande responsabilità, mettendosi così personalmente a disposizione della comunità per gestire e realizzare grandi opere sempre per il bene comune”.

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA