Mercato immobiliare, “Tutti pazzi per il Garda”

Claudio ChiaraniClaudio Chiarani01/09/20202min3546
lago_di_garda_panorama

Il post confinamento (o lockdown, se preferite l’inglese) ha scatenato una vera e propria caccia agli immobili sul nostro lago da molti definita “tutti pazzi per il Garda”.
L’analisi di mercato è stata fatta da Gabetti Immobiliare, che comunque rispecchia grossomodo la stessa fatta nel 2019. Quotazioni, dunque, rimaste complessivamente stabili anche se in questo periodo ci si aspettavano numeri decisamente inferiori.
E la sponda trentina non è rimasta indenne da questa “caccia” alla casa con quotazioni al metro quadro (parliamo di vista lago) che oscillano dai 2.850 ai 3.200 euro al metro quadro. Più bassa la quotazione, invece, per le zone non direttamente panoramiche, dove le cifre si aggirano tra i 2.000 e i 2.300 euro al metro quadro nel comune di Nago Torbole, ad esempio. Se si vuole andare fronte lago, però, ecco che anche qui si sale fino ai 2.800 – 3.400 euro al metro quadro. Anche ad Arco, pur non essendo direttamente sul Benaco, le quotazione sono comunque discrete, dai 2.300 ai 2.600 euro mq. Nelle zone più interne. Si sale di qualcosa se l’immobile è rivolto a sud, verso il lago, con quotazioni che oscillano tra i 2.500 e i 2.900 euro al mq. Il resto del Garda registra quotazioni elevate a Lazise (3.500 – 3.800 euro/mq) e Peschiera, ad esempio, laddove la domanda è più alta rispetto alle altre località turistiche (Trentino compreso) che s’affacciano sulle sue sponde.

La Busa

GRATIS
VIEW