Cartiere Fedrigoni, produrre meglio consumando meno

Claudio ChiaraniClaudio Chiarani30/06/20203min1799
cartiera fedrigoni arco

Il gruppo Fedrigoni, impegnato da anni ad un attento consumo delle risorse utilizzate nella produzione delle sue carte “speciali” ha fornito i dati relativi alla riduzione del consumo energetico dei suoi stabilimenti. Un ottimo 47% in meno per quanto concerne il consumo di acqua utilizzata a produrre etichette autoadesive negli ultimi sei anni, mantenendo la stessa produzione è certamente il più significativo di tutti. Ma poi sono stati contenuti in un meno 15% il consumo di acque utilizzate nella produzione di carta, comparto che ha registrato anche un meno 13% in meno di consumo di energia termica e un meno 9% il consumo di quella elettrica. Il tutto grazie a notevoli investimenti che il gruppo ha adottato in questi anni in cui la necessità di consumare meno, di adottare una politica più “green” per la produzione è diventato assolutamente obiettivo primario. Dall’utilizzo di cellulose certificate da sei anni a questa parte, tutte provenienti da impianti tutelati dalle norme internazionali per quanto concerne la riforestazione e, dunque, la sostenibilità ambientale all’adozione di impianti di cogenerazione a turbina mossi da gas metano in tutti gli stabilimenti del gruppo, Fedrigoni può dunque affermare con orgoglio che migliorare l’impatto ambientale, sostenere la “sostenibilità” ambientale producendo alla fine con gli stessi “numeri” è fattibile. Di pari passo va l’attenzione verso i dipendenti e i clienti, con luoghi salubri per i primi e prodotti sicuri a costi accettabili per i secondi grazie al risparmio che si può ottenere adottando queste politiche ambientali. È diminuita la durata media degli infortuni sul lavoro nella misura di un meno 7,5% nel 2019 rispetto all’anno precedente, con la gravità degli incidenti nei diversi stabilimenti calata del 42% a fronte di un calo anche per la frequenza con cui accadevano pari al 37%. Specifiche attività di organizzazione del lavoro, di gestione delle risorse, di formazione e informazione del personale stanno alla base di questi risultati cui Fedrigoni è giunta. Oggi si rilancia con la nuova gamma di carte riciclate che contengono dal 50% al 100% di fibra riciclata, anche questo frutto di un percorso innovativo volto alla piena sostenibilità dei prodotti che Fedrigoni produce e vende.

Claudio Chiarani

Claudio Chiarani


La Busa

GRATIS
VIEW