Approvato il bilancio di previsione del comune di Madruzzo

RedazioneRedazione07/04/20213min337
Lasino


Il consiglio comunale di Madruzzo con i soli voti della maggioranza ha approvato nei giorni scorsi il bilancio di previsione 2021, che pareggia sulla cifra complessiva di oltre 8 milioni di euro. Per quanto riguarda le entrate il titolo 1° (entrate tributarie) è pari ad € 1.370.095, il titolo secondo (trasferimenti per lo più provinciali) ad € 1.070.141, il titolo terzo (entrate extra-tributarie) ad € 756.396. La prima analisi, che solitamente si affronta nell’esame del bilancio di un comune riguarda il raggiungimento del pareggio economico, ossia il rapporto fra entrate e spese ordinarie (più la spesa per la quota capitale dei mutui pari ad € 78.375): per il 2021 la spesa, rispetto all’entrata, è deficitaria per circa € 100.000. Per quanto riguarda gli investimenti, al di là delle solite manutenzioni straordinarie per la gestione dei servizi comunali, le opere più consistenti riguardano il completamento della fognatura di Pergolese, in ballo ormai da un quinquennio, l’intervento al cimitero di Castel Madruzzo, la ristrutturazione della Caserma dei Vigili del Fuoco di Lasino e il tratto di marciapiede di Sarche nei pressi della rotatoria (opere quest’ultime già in fase esecutiva).

La minoranza ha motivato la propria contrarietà, criticando innanzitutto l’organizzazione della struttura comunale, che crea continui disservizi alla comunità soprattutto per l’accesso agli uffici, sottolineando che queste criticità non dipendono evidentemente dal personale, ma dalla ristretta visione politica della giunta comunale. Anche per quanto riguarda gli investimenti il giudizio della minoranza è stato particolarmente duro: ossia la tendenza della giunta di spostare sul bilancio di competenza opere degli anni precedenti; in altre parole la modalità di “pompare” i bilanci di competenza. Nella dichiarazione di voto la capogruppo di minoranza Mariabruna Chistè ha sottolineato infine che la comunità ha bisogno di opere, che devono portare reali e diffusi benefici per la vivibilità e la convivenza di tutti, attraverso il mantenimento del patrimonio per la sua preservazione per le generazioni future, di strade ordinate, di verde decoroso, di erogazione dei servizi in efficacia ed efficienza e di interventi nel sociale con fatti concreti.
MARIANO BOSETTI

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA