Una famiglia di Tenno distrutta dal Covid: morto un anziano e suo genero

Claudio ChiaraniClaudio Chiarani29/04/20213min2420
gianpiero laudoni tenno


Sono giorni tristi per la comunità di Tenno perché, a pochi giorni dalla scomparsa di Cornelio Michelini, il virus della Sars Cov-2 si è portato via anche il genero Giampiero Laudoni. Nonno Cornelio e papà Giampiero sono stati portati via da questa subdola malattia che sta mietendo vittime ovunque nel mondo, ma che potesse colpire gli affetti così intensi di un nucleo familiare è stato un dramma nel dramma. Cornelio Michelini era il papà di Carlo, presidente dell’Unione sportiva dilettantistica Tenno, Giampiero Laudoni il cognato, papà di due bambini piccoli e marito di Giusy, stimato autista di soli 59 anni d’età. Cornelio ne aveva 89, ma ciò che resta è il fatto che in una manciata di giorni entrambi si sono dovuti arrendere alla malattia. E con le disposizioni anti Covid in essere non si sa nemmeno quando i familiari potranno dare degna sepoltura ai loro cari. Un dramma che ha lasciato l’intera comunità del tennese senza parole, ma a stringersi idealmente alle due famiglie che hanno perso i loro cari in così poco tempo. Una solidarietà che il primo cittadino di Tenno Giuliano Marocchi ha espresso personalmente anche attraverso i social con queste parole: “Diventa davvero difficile raccontare di questi giorni che hanno portato la morte a Ville del Monte. Ancora più difficile se la famiglia coinvolta è la stessa… tremendo se a morire sono un nonno e un papà dentro la stessa casa. Quelle giornate che hanno poche spiegazioni e neppure il fatto di convivere ormai da tempo con questo maledetto virus riesce a dare risposte. Cornelio e Giampiero, due uomini, due padri, due nostri concittadini che porteremo assieme contemporaneamente al funerale nella nostra chiesa. A Luciana e Carlo arrivi un forte abbraccio per la perdita di un marito e di un papà. Ma un pensiero particolare e davvero intenso va ai piccoli figli. Oggi è il momento del dolore e della riflessione, ma dai prossimi giorni questi momenti si dovranno trasformare in vicinanza e aiuto come siamo capaci di fare noi gente di paese ma dai grandi valori. Altre parole oggi non riesco a trovare, in questo momento voglio solo trasmettere la vicinanza mia personale e di tutta la comunità di Tenno alla famiglia Michelini”.

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA