Support Eusalp, progetti strategici per lo spazio alpino

Redazione13/03/20233min
EUSALP-Kick-off-Nice-20230207_imagefullwide

 

Ribadito l’impegno della Provincia autonoma di Trento nella Strategia europea della Regione Alpina (EUSALP), in continuità con gli ottimi risultati raggiunti nel 2022 durante la presidenza congiunta delle Province autonome di Trento e Bolzano: lo conferma la delibera approvata in merito al progetto “Support EUSALP”, il cui lancio è avvenuto a Nizza i primi di febbraio.
“Il progetto, che comprende 16 partner di 6 Paesi diversi, è finanziato dal programma Spazio Alpino e mira a rafforzare la governance della strategia, finanziando le attività principali della Struttura di Supporto Tecnico, degli organi di governo, delle presidenze annuali e dei Gruppi d’Azione tematici EUSALP. In particolare, la nostra Provincia è partner del progetto per il ruolo di coordinamento del Gruppo d’Azione 3 su ‘Mercato del lavoro, educazione e formazione’, in capo al Servizio minoranze linguistiche locali e audit europeo”, ha spiegato l’assessore.
La durata prevista del progetto è di 36 mesi, fino al 31/12/2025; capofila è la Regione Provence-Alpes-Côte d’Azur. Il finanziamento totale ammonta a 4.052.500 euro, mentre il budget per la Provincia autonoma di Trento è di 180.000 euro, di cui il 75% finanziato da fondi europei e il restante 25% finanziato da fondi dello Stato italiano.
Attualmente i Gruppi d’Azione sono impegnati nello sviluppo del nuovo piano di lavoro per i prossimi tre anni (2023-2025). In particolare, il Gruppo di Azione 3 proseguirà la promozione di adeguati standard per le esperienze di formazione in contesti lavorativi, nell’ambito della formazione duale, sulla base di linee guida approvate da un gruppo di esperti di vari Paesi nel dicembre 2022, su standard internazionali. Si occuperà di diffondere le opportunità di lavoro nelle aree montane, con l’intento di supportare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro in settori chiave per l’economia alpina, contrastare lo spopolamento delle aree interne e la migrazione dei giovani verso le aree urbane. Proporrà attività di studio e sperimentazioni sui temi delle competenze trasversali richieste dal mercato del lavoro, prestando attenzione a settori e catene di valore particolarmente rilevanti nell’area alpina. Nel 2023, anno europeo delle competenze, ulteriore attenzione verrà dedicata alle competenze digitali e verdi e alla loro acquisizione attraverso la formazione continua.
Il Gruppo d’Azione 3 promuoverà anche il mutuo riconoscimento dei titoli di studio conseguiti nell’ambito di percorsi di istruzione e formazione professionale di alto livello, per favorire la mobilità di studenti e lavoratori nei paesi alpini.

 


Continue in browser
Per installare tocca Aggiungi alla schermata Home
Aggiungi alla schermata Home
La Busa
Ottieni la nostra APP. Resta aggiornato sulle ultime notizie.
Installa
La Busa Vorremmo mostrarti le notifiche per restare aggiornato sulle ultime notizie.
Rifiuta
Consenti notifiche