Spesa lontano da casa a Riva del Garda? Alla “Coop” si può

Claudio ChiaraniClaudio Chiarani09/04/20202min9555
20200319IMG_7458 RIVA CORONAVIRUS CONTROLLI POLIZIA LOCALE

Su quanto sia “giusta” o meno la sanzione che è stata comminata ad un residente di Riva del Garda per aver fatto la spesa lontano più di duecento metri da casa si potrebbe aprire un “filone” infinito. L’uomo, residente in centro città, va al supermercato più vicino dove trova una fila esagerata. Si entra pochi alla volta per rispettare la normativa legata al Coronavirus e ci si incolonna sul marciapiede all’esterno. Visto che il tempo di attesa si faceva lungo ha pensato bene di risalire in macchina e recarsi ad un altro punto vendita situato al Blue Garden, sempre a Riva ma più lontano. Fa la spesa e torna a casa quando a Largo Bensheim ecco il controllo. “Lei è troppo distante da casa” gli viene detto e scatta la sanzione di 533 euro. Una spesa che lo sventurato si ricorderà negli anni a venire. Giusto o sbagliato che sia, i casi sono centinaia e nel dubbio è meglio andare nel punto alimentare più vicino. Anche se non si trova quel prodotto che ci piace tanto. La notizia ha fatto discutere in città, specie dopo che la Coop Consumatori ha avviato l’iniziativa di far preparare la spesa dagli addetti del punto vendita del Blue Garden (la lista è inviata via internet) con la possibilità, data in deroga dalla sola Polizia Locale, ai cittadini di tutta la città di ritirarla anche se residenti più lontano di quanto la normativa impone.

Claudio Chiarani

Claudio Chiarani


La Busa

GRATIS
VIEW