Riva del Garda: via le palme, arrivano meli, peri, aranci e aceri

Redazione03/04/20243min
01 baruffaldi
02 alberti lutti
03 alberti lutti
04 martiri
05 damiano chiesa
06 dante
07 martiri



 

Riva del Garda si appresta a un passaggio, nel suo piccolo, epocale: la sostituzione delle palme decimate (com’è noto) dal castnide delle palme (Paysandisia archon) con altre alberature. Il programma delle sostituzioni, un centinaio abbondante, è stato elaborato dall’assessore alla qualità urbana Luca Grazioli assieme alle giardinerie comunali e approvato dalla Giunta municipale. Compatibilmente con la disponibilità di piante presso i vivai, prevede da qui ai prossimi mesi la sostituzione delle palme (e, in misura limitata, di altre piante) nei viali Damiano Chiesa, Luigi Antonio Baruffaldi, Dante Alighieri, Martiri del 28 Giugno 1944 e Francesca Alberti Lutti.

In viale Damiano Chiesa l’alberatura attuale è costituita interamente da palme cinesi (Trachycarpus fortunei), che saranno sostituite da 16 meli da fiore (Malus x floribunda) alternate a 16 aceri di tre diverse specie (Acer campestre “Elsrijk”, Acer Saccharinum “Pyramidalis” e Acer x freemanii), piante scelte anche per via dello sviluppo principalmente in altezza, richiesto dal poco spazio disponibile.
In viale Baruffaldi, anch’esso attualmente piantumato a palma cinese, troveranno dimora 11 meli da fiore alternati a 12 peri da fiore (Pyrus calleryana “Chanticleer”), anch’esse piante con sviluppo principalmente in altezza.
In viale Dante est attualmente sono presenti palme cinesi alternate a oleandri (Nerium oleander); la scelta è di sostituire tutte le palme, 15, con altrettanti aranci amari (Citrus x aurantium) in continuità con la parte ovest del viale.
In viale Martiri attualmente sono presenti palme cinesi alternate a olivi (Olea europaea); le prime saranno sostituite con 23 piante di acero di tre specie diverse, analogamente a viale Damiano Chiesa (Acer campestre “Elsrijk”, Acer Saccharinum “Pyramidalis” e Acer x freemanii).
In viale Francesca Alberti Lutti si trovano attualmente palme cinesi alternate a olivi; il programma prevede nuove alberature costituite nella parte est da quattro aceri, nella parte centrale (davanti al supermercato Poli) da una palma sana recuperata in viale Baruffaldi (per non interrompere la continuità delle palme sane presenti) e a ovest da due aceri, in continuità con viale Martiri.
Altre nuove alberature previste sono un salice piangente alla spiaggia dei Sabbioni, una sughera in via Brione, due aceri “autumn blaze” (Acer x freemanii) alla spiaggia dei Pini e uno al parco della scuola dell’infanzia di Varone, e tre limoni impalcato nelle vasche.
La spesa totale prevista sarà di circa 70 mila Euro.

Continue in browser
Per installare tocca Aggiungi alla schermata Home
Aggiungi alla schermata Home
La Busa
Ottieni la nostra APP. Resta aggiornato sulle ultime notizie.
Installa
La Busa Vorremmo mostrarti le notifiche per restare aggiornato sulle ultime notizie.
Rifiuta
Consenti notifiche