Madruzzo e Cavedine, avviata la procedura per i contributi statali a commercio e artigianato

Redazione14/09/20212min271
SONY DSC


I comuni della Valle di Cavedine hanno reso noto le modalità di riparto dei Fondi assegnati dallo Stato agli Enti locali a sostegno delle attività economiche artigianali e commerciali per le conseguenze della pandemia Covid-19. In base al DPCM del 24 settembre 2020 sono stati definiti i criteri di ripartizione, la fissazione dei termini, le modalità di accesso e rendicontazione dei contributi ai Comuni delle aree interne a valere sul Fondo di sostegno ad artigiani e commercianti per il biennio 2020-2022 in favore di piccole e microimprese. Nello specifico il sostegno riguarda sia i contributi a fondo perduto per le spese di gestione, sia gli interventi vòlti alla “ristrutturazione, l’ammodernamento, l’ampliamento per innovazione di prodotto e di processo di attività artigianali e commerciali” attraverso l’attribuzione alle imprese di contributi in conto capitale, ovvero per “l’erogazione di contributi a fondo perduto per l’acquisto di macchinari, impianti, arredi e attrezzature varie, per investimenti immateriali, per opere murarie e impiantistiche necessarie per l’installazione e il collegamento dei macchinari e dei nuovi impianti produttivi acquisiti”.
Dal punto di vista procedurale-amministrativo i Consigli comunali hanno nominato una speciale commissione “Emergenza Covid-19”, in cui sia rappresentata anche la minoranza, col compito di predisporre un bando in cui definire i criteri di assegnazione dei fondi e predisporre la relativa modulistica.
Il Comune di Madruzzo dispone complessivamente 113.883 Euro, relativamente agli anni 2020, 2021 e 2022. Come Responsabile Unico del Procedimento è stata nominata Daniela Frizzera, responsabile del Servizio Finanziario.
Il Comune di Cavedine ha a disposizione complessivamente 115.035,00 per lo stesso triennio, con il segretario comunale Gianni Gadler quale responsabile del procedimento.
MARIANO BOSETTI

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA