Lido Palace, ok il bilancio 2019, preoccupazioni per il 2020

Claudio ChiaraniClaudio Chiarani29/06/20203min960
20200626IMG_1801 RIVA CONFERENZA STAMPA LIDO PALACE HOTEL GALIENI E PEDERZOLLI
20200626IMG_1772 RIVA CONFERENZA STAMPA LIDO PALACE HOTEL GALIENI E PEDERZOLLI

Tanta preoccupazione. Paolo Pederzolli, presidente, e Gabriele Galieni, direttore della società Lido Palace non hanno nascosto in occasione della presentazione del bilancio societario 2019, questo più che ottimo va subito detto, che la stagione 2020 frustrata dalla pandemia del virus Sars Cov-2 sta causando alle attività economiche del Garda trentino. Chiuso l’anno con un utile netto d’esercizio pari a poco meno di quattrocentomila euro (398.311) e un patrimonio netto pari a 10.140.279 euro grazie all’efficacia della promozione turistica fatta, laddove il messaggio “da cliente a cliente” e quello ottenuto grazie all’invio agli ospiti di e-mail dirette informative, il Lido Palace si stava preparando a raggiungere quell’offerta di qualità di cui si parla da anni nel nostro territorio. Offerta che da nove anni, ossia da quando è stata portata a termine la ristrutturazione dell’antico Hotel con un progetto dell’architetto Alberto Cecchetto, tra l’altro premiato quale miglior struttura alberghiera al Premio Internazionale d’Architettura di Ischia nel 2012 era in un continuo crescendo e mostrava indici più che favorevoli per una stagione 2020 che avrebbe superato la precedente e di molto. Invece. “Invece abbiamo preso una bella batosta – ha detto il presidente Pederzolli – ma come tutti del resto, con le cancellazioni che via via che la pandemia si allargava nel mondo superavano le prenotazioni. Da pochi giorni, comunque, il trend ha iniziato ad invertirsi e speriamo in bene, ma certo è che chiuderemo con dati bassi, molto bassi.” Presidente e direttore hanno espresso la preoccupazione per i dipendenti a casa, per i quali hanno anticipato la cassa integrazione ma ai quali che chiedono quando si potrà tornare a lavorare non sanno cosa rispondere. “Vorremmo dire presto – dice il direttore che grazie alla sua capacità professionale ha fatto salire nel gotha dei Resort il Lido Palace – ma certo è che è dura, molto dura. La stagione 2020 sarà certamente in perdita. Se due anni fa abbiamo ottimizzato il nostro prodotto e a fine 2019 abbiamo viste che regge, ossia l’offerta di qualità paga senza dubbi, oggi ci troviamo al punto di partenza.” “Si pensi che dal 1° gennaio 2019 a fine giugno 2019 al Lido Palace si sono registrate 8.761 presenze contro le 1.385 dello stesso periodo del 2020, due cifre che rendono l’idea di quanto sia successo” aggiunge Pederzolli “e che a ieri (giovedì 26 giugno) avevamo ospiti in undici camere pari al 26% della nostra potenzialità. Impossibile fare budget giorno dopo giorno, impossibile fare previsioni. La soluzione? Credo oggi spetti alla politica dare risposte, noi ce la giochiamo giorno dopo giorno ma siamo davvero preoccupati per il futuro dell’azienda.”

Claudio Chiarani

Claudio Chiarani


La Busa

GRATIS
VIEW