“La Sarca tutta nuda”, appuntamento a domenica 21 marzo

Gianluca RicciGianluca Ricci21/02/20212min1118
20190317_DSC9313 SARCA PULIZIA NUDA ARCO


Si svolgerà il 21 marzo prossimo l’iniziativa organizzata dall’associazione “Rotte inverse” e denominata “La Sarca tutta nuda”. I particolari del progetto che prevede la pulizia dell’alveo del fiume dalla sorgente alla foce nel Garda sono stati messi a punto nei giorni scorsi, affinché tutti i volontari che aderiranno alla campagna di rimozione dei rifiuti possano sincronizzarsi e operare per la riuscita della manifestazione. Come ha precisato Daniele Monetti, presidente di “Rotte inverse”, sarà difficile riuscire a concentrare in un solo giorno la pulizia di tutto il fiume, sia per i noti problemi legati alla pandemia da Covid sia per più banali questioni legate al clima, visto che quest’anno nella parte alta della Sarca è nevicato copiosamente ed è probabile che in quella data le sponde rimaste all’ombra siano ancora coperte di ghiaccio. Tuttavia è stata organizzata fin nei minimi dettagli l’operazione relativa al tratto di fiume che va da Arco al lago di Garda: i volontari potranno inviare la loro adesione riempiendo un apposito modulo sulla piattaforma che farà da punto di riferimento e indicando la parte preferita per la pulizia. Il territorio è stato suddiviso in 17 settori, ciascuno dei quali si spera possa essere percorso da almeno una decina di “spazzini”, che alla fine del loro lavoro porteranno al punto di raccolta le immondizie che saranno pesate affinché tutti sappiano come e quanto la Sarca soffra del problema dell’inquinamento. A questo proposito i referenti dell’associazione “Smarmellata” hanno chiesto che i rifiuti solidi o metallici vengano separati dal resto: è prevista infatti l’organizzazione di un workshop durante il quale al Cantiere 26 di Arco sarà creata un’opera denominata “il mostro della Sarca” da trasformare nel testimonial dell’intera campagna. Particolare attenzione infine sarà rivolta alle microplastiche, dal momento che il lago di Garda e tutto il sistema fluviale che vi ruota attorno sono stati individuati come campioni di una campagna di ricerca europea su questo tipo di inquinamento.

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA