Gran lavoro per i Vigili del Fuoco di Arco nel 2020. Il video commuove

RedazioneRedazione21/02/20214min874


Si è svolta qualche giorno fa l’Assemblea del Corpo dei Vigili del Fuoco di Arco, in modalità a distanza al fine di rispettare le regole attualmente in vigore per la pandemia da Covid-19.
nel corse della assemblea è stata proiettato il video realizzato da Alberto Maino, socio sostenitore del Corpo, che ha riassunto i momenti salienti dell’attività interventistica del 2020. Un filmato che ha creato emozione e ha fatto scendere una lacrima anche al sindaco Betta, che si è congratulato con tutti per l’attività prestata alla popolazione e per non aver fatto mancare, soprattutto nei momenti di grande difficoltà trascorsi nel 2020, la preziosa e professionale presenza del Corpo.
Secondo programma si è proceduto alla approvazione del bilancio di previsione per l’anno 2021 ed il bilancio consuntivo 2020. Presenti all’Assemblea il Sindaco di Arco Alessandro Betta, l’Assessore al bilancio, finanze e tributi Francesca Modena e l’Ispettore Distrettuale Alto Garda e Ledro Marco Menegatti.
L’Assemblea si è aperta con un minuto di raccoglimento in ricordo della prematura scomparsa del Vigile del Fuoco Mauro Nicoli, del distaccamento Volontario di Romano di Lombardia con il quale il Corpo di Arco intrattiene rapporti di amicizia e collaborazione.
Successivamente i lavori sono continuati con le due relazioni del Comandante, la prima relativa al Bilancio di Previsione per l’anno 2021 e la seconda al Bilancio Consuntivo dell’anno 2020, entrambe approvate.
Nelle relazioni sono stati diversi i momenti di riflessione sulle attività svolte nel 2020, definito l’anno del “Mai così tanto”. Sono state infatti tre le calamità che si sono sommate alla normale interventistica che hanno determinato un incremento delle richieste di soccorso in maniera impressionante, ben 1.200, che il Corpo ha gestito nei 12 mesi del 2020, così distribuite per tipologia:
Incidenti stradali: 55
Incendi: 82
Servizio Tecnico urgente: 236 (+68% della media) – 55 solo per le alluvioni
Soccorso tecnico: 708
Sotto il profilo interventistico l’anno appena concluso registra un aumento, rispetto al 2019, dei soccorsi tecnici urgenti e non urgenti. Tale situazione è direttamente collegata all’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19 che ha interessato quasi tutto l’anno. Da registrare anche gli eventi calamitosi che hanno interessato il fiume Sarca e l’intero territorio rispetto alla nevicata eccezionale di fine anno.
Nonostante le diverse restrizioni alla mobilità della popolazione, tra queste anche il lock down nazionale, rimangono sostanzialmente invariate rispetto al 2019 le chiamate per incidenti stradali.
Anche le chiamate per incendi e frane rimangono sostanzialmente in linea con il numero degli anni precedenti sebbene non si siano registrati eventi tecnicamente complessi.
La media interventistica del Corpo, basata sul quinquennio 16/20, vede l’innalzamento rispetto alle medie degli anni passati a oltre 800 chiamate/anno, oltre due al giorno, all’interno delle quali circa il 45% svolte con carattere d’urgenza.
Nel 2021 il bilancio approvato dall’Assemblea prevede, grazie al contributo concesso dal Comune di Arco e dalla Cassa Provinciale Antincendi, l’avvio dell’iter di gara per l’acquisto di una nuova autobotte in sostituzione di quella esistente che ha raggiunto ormai i trent’anni di servizio. L’arrivo del nuovo veicolo, espletate le incombenze della gara pubblica, sarà previsto per i primi mesi del 2023.

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA