Corso in Medicina generale: al via un percorso di revisione

Redazione10/05/20222min240
medici dottori sanità

 

È stata approvata dalla Giunta provinciale una proposta sperimentale di innovazione del programma del corso di formazione specifica in medicina generale, gestito dalla Fondazione Bruno Kessler. Obiettivo, come spiega l’assessore alla salute, aggiornare e rivedere il programma alla luce di alcuni fattori che, in particolare negli ultimi anni, hanno inciso in maniera significativa sulla formazione del medico di medicina generale. “Pensiamo a quanto ha inciso il contesto pandemico sul sistema sanitario in generale, ma anche ai mutamenti sociali, economici e demografici in atto fra cui il progressivo invecchiamento della popolazione, la situazione di carenza di medici che investe tutto il territorio nazionale, come anche le recenti disposizioni normative che hanno ampliato le possibilità per i medici corsisti di acquisire incarichi professionali. Ecco, di tutto questo è necessario tenerne conto per riformare il corso rivolto ai giovani medici interessati alla professione di medico di medicina generale”, è il commento dell’assessore provinciale alla salute.

La Proposta sperimentale ha una durata massima di tre anni e si applica ai medici iscritti ai corsi di Medicina generale nel periodo di sperimentazione. La Proposta, è comprensiva di specifiche Linee di indirizzo per il programma e di un Regolamento transitorio del corso, che la rendono operativa permettendo alla Scuola di formazione specifica in medicina generale gestita da FBK di:
operare con modalità didattiche ed organizzative flessibili, innovative e aderenti alle più aggiornate conoscenze medico scientifiche;
integrare e valorizzare all’interno del programma formativo anche l’esperienza professionale del medico in formazione, in coordinamento con l’Azienda provinciale per i servizi sanitari;
procedere gradualmente alla definizione di un nuovo Programma e Regolamento del corso che tenga conto delle evoluzioni normative, pandemiche, organizzative che in questi anni hanno impattato sulla formazione.
Alla fine del periodo di sperimentazione, verrà sottoposto all’approvazione della Giunta provinciale il nuovo Programma e Regolamento del corso.