Coronavirus 10-1-2022: muore una persona di Riva del Garda

Fabio Galas10/01/20223min4640
coronavirus covid esami 3


Poco meno di 8.000 tamponi effettuati nella giornata di domenica 9 gennaio hanno individuato un altro migliaio di nuovi positivi in Trentino. E intanto il bollettino registra 1 nuovo decesso (una persona di Riva del Garda), avvenuto in ospedale, dove i ricoverati sono saliti a quota 137, di cui 27 in rianimazione.
Nel dettaglio, ieri sono stati individuati 74 casi positivi al molecolare (su 824 test effettuati) e 1.090 all’antigenico (su 6.779 test effettuati). I molecolari hanno anche confermato 16 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi.
Scorrendo le varie fasce d’età ne esce questa rappresentazione:
13 nuovi contagi fra 0-2 anni;
16 tra 3-5 anni;
54 tra 6-10 anni;
49 tra 11-13 anni:
112 tra 14-18 anni;
403 tra 19-39 anni;
395 tra 40-59 anni;
83 tra 60-69 anni;
16 tra 70-79 anni e
23 di 80 o più anni.
I nuovi ricoverati ieri sono stati 12, lievemente compensati da 4 dimissioni nel frattempo intervenute. La persona deceduta – una donna over 70 – era vaccinata e presentava patologie pregresse.
Sulla campagna vaccinale le informazioni sono queste: 1.024.281 somministrazioni finora effettuate, delle quali 396.582 sono riferite a seconde dosi e 190.259 a terze dosi.
Questi i dati odierni dei contagi da coronavirus in Trentino:
Totale positivi: 80.532, +1.164 rispetto a ieri
Attualmente positivi: 21.178, +875 rispetto a ieri
Guariti: 57.856, +288 rispetto a ieri
Deceduti: 1.498, +1 rispetto a ieri (lo stesso giorno del 2021 erano stati 7)
Indice di positività: 15,31%
Incidenza: 2.598 (contagi settimanali ogni 100 mila abitanti)
Posti letto terapia Intensiva: 30%
Posti letto area medica: 26%
Vaccinazioni: 437.440 (+158) persone che hanno ricevuto la prima dose, l’80,68% della popolazione totale del Trentino

———-
Si entra in ZONA GIALLA con un’incidenza di contagi settimanale superiore a 50 ed in più:
occupazione posti letto in terapia intensiva sopra il 10%
occupazione posti letto area medica sopra il 15%
NORME: mascherine obbligatorie anche all’aperto, liberi spostamenti fra regioni, ristorante aperti, si dimezza la capienza per spettacoli e stadio e sport al chiuso
———-
Si entra in ZONA ARANCIONE con un’incidenza di contagi settimanale superiore a 150 ed in più:
occupazione posti letto in terapia intensiva sopra il 20%
occupazione posti letto area medica sopra il 30%
———-
Questi i dati del coronavirus nell’Alto Garda e Ledro alla data di lunedì 10 gennaio:
2.216 rimanenti
6.945 (+74) contagiati
4.555 guariti
174 (+1) decessi
Questa la suddivisione per Comune:
Arco: 733 rimanenti – 2.478 (+33) contagi – 1.679 guariti – 66 (=7 dic) decessi
Drena: 20 rimanente – 85 (=9 gen) contagi – 65 guariti – 0 decessi
Dro: 187 rimanenti – 680 (+6) contagi – 473 guariti – 20 decessi
Ledro: 292 rimanente – 751 (+4) contagi – 420 rimanenti – 39 (=28 apr) decessi
Nago Torbole: 149 rimanenti – 361 (+4) contagi – 210 guariti – 2 (=29 apr.) decessi
Riva del Garda: 760 rimanenti – 2.361 (+24) contagi – 1.558 guariti – 43 (+1) decessi
Tenno: 75 rimanenti – 229 (+3) contagi – 150 guariti – 4 (=16 mag.) decessi
Valle dei Laghi:
415 rimanenti
1.460 (+17) contagiati
1.017 guariti
28 decessi
Cavedine: 131 rimanenti – 458 (+5) contagi – 312 guariti – 15 (=1 apr.) decessi
Madruzzo: 96 rimanenti – 363 (+3) contagi – 260 guariti – 7 (=6 apr.) decessi
Vallelaghi: 188 rimanenti – 639 (+9) contagi – 445 rimanenti – 6 (=3 dic) decessi

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA