Via alla progettazione di due anelli escursionistici sul monte Corno

Gianluca RicciGianluca Ricci08/03/20212min1403
monte corno

Anche il Comune di Arco ha dato la sua approvazione al progetto per la valorizzazione di due anelli escursionistici lungo la dorsale del monte Corno elaborato per conto di Garda Trentino dallo studio Outdoor Advisor. Si tratta di una nuova tappa del percorso di arricchimento dell’iniziativa denominata “Outdoor Park Garda Trentino”, un progetto integrato di sviluppo degli sport all’aria aperta sul territorio che punta ad attirare in zona, una volta che le conseguenze della pandemia saranno ridimensionate, gli appassionati di queste attività. I due anelli escursionistici che verranno progettati e che interesseranno i comuni di Nago-Torbole, Mori e Arco permetteranno di strutturare un percorso tematico che, partendo dal centro abitato di Nago, attraverso gallerie e trincee riproporrà i temi della Grande Guerra. È noto come anche l’alto Garda sia ricco di testimonianze di quel travagliato periodo storico, anche se molte di esse non sono ancora state valorizzate adeguatamente. Con la realizzazione di questo doppio anello su punta a colmare una lacuna e a gettare le basi per una proposta naturalistico-culturale che dovrebbe impreziosire ulteriormente l’offerta turistica del Basso Sarca. In questa prospettiva andrebbe infatti valutata la valorizzazione dei reperti della linea del fronte che la recente edificazione del vallo tomo di Linfano ha riportato alla ribalta. Attraverso pochi ma mirati interventi di ripristino di antichi tracciati militari, infatti, sarebbe possibile creare un nuovo itinerario che, appoggiandosi a quello che si sta per realizzare sul monte Corno, potrebbe rappresentare per gli appassionati del genere una vera e propria chicca. Non per nulla il Comune di Arco, dialogando con gli ambientalisti e con gli appassionati di storia locale, ha dato la sua disponibilità a promuovere tale iniziativa, che andrebbe così a costituire una tappa significativa di un percorso più ampio sul quale i comuni del territorio, coordinati dall’azienda turistica, si stanno già da tempo impegnando.

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA