Riapre all’aperto lo Spleen, discoteca di Arco

Claudio ChiaraniClaudio Chiarani08/08/20202min3290
spleen arco

Mesi di chiusura e, finalmente, ecco l’annuncio: “lo Spleen di Arco riapre.” Per dirla con le parole del titolare Massimo Barletta “A scartamento ridotto ma riapriamo.” L’autorizzazione è arrivata dopo la richiesta presentata all’Amministrazione comunale due settimane fa, che permetterà di tornare a ballare, logicamente nel rispetto della normativa post Covid vigente. Da venerdì 14 a lunedì 31 agosto, dunque, le porte dello Spleen si apriranno per accogliere gli avventori che, in sei soffertissimi mesi hanno dovuto sopportare confinamento e restrizioni delle libertà personali, giustificatissime peraltro, a causa della pandemia del virus della Sars Cov-2.
Barletta informa che dopo i sopralluoghi dei giorni scorsi da parte del comandante della Stazione dei Carabinieri di Arco Mirko Sollecito e dall’assessore Roberto Zampiccoli, si stanno predisponendo tutte le informative relative al distanziamento sociale, all’utilizzo di gel sanificanti e termometri per rilevare la temperatura corporea dei clienti. La pista da ballo, invece, sarà approntata sotto le stelle. Già, perché per evitare gli assembramenti al chiuso, allo Spleen si ballerà su di una pista all’aperto in uno spazio, circa duecento metri quadri, allestito con tavolini distanziati mentre all’interno ci si potrà recare solo per andare alla toilette o ordinare da bere. Barletta rende noto che ogni cliente dovrà necessariamente essere registrato (logicamente solo i maggiorenni) e il suo nome sarà conservato, come la Legge vuole, per due settimane. Da una capienza massima di seicento persone, Barletta ha detto che andrebbe benissimo farne almeno la metà, perché alla salute dei ragazzi e delle ragazze lui e il suo staff sono i primi a tenerci.

La Busa

GRATIS
VIEW