Premio giovani ricercatori Euregio: il primo posto a SynpapsEES di Rovereto

Redazione22/08/20215min299
alpbach euregio

La sfida dell’Euregio, questa particolare alleanza che vede tre territori di due diversi Stati collaborare da anni assieme in nome di antiche radici comuni e di una comune identità territoriale e culturale, si chiama sostenibilità. Un concetto rilanciato con forza nella mattinata di domenica 22 agosto ad Alpbach dove si è tenuta la “Giornata del Tirolo”, in particolare dal presidente della Provincia autonoma di Trento che ad ottobre riceverà dal collega tirolese le consegne per la guida del Gect da qui al 2023.
Giornata suggestiva e ricca di iniziative, iniziata alle 7 al passo del Brennero per la firma della nuova Convenzione e del nuovo Statuto del Gect Euregio e poi proseguita nella cittadina tirolese dove – dopo la celebrazione della Messa e la sfilata degli Schützen – si sono susseguiti gli interventi delle autorità.
A sottolineare poi la grande attenzione che l’Euregio rivolge ai giovani talenti, si è svolta l’assegnazione dei premi dedicati ai Premio Giovani Ricercatori e del Premio Innovazione dell‘Euregio. Per quest’ultimo la soddisfazione del primo classificato va a Paolo Baldracchi di SynpapsEES srl, Rovereto che ha sviluppato, testato ed ingegnerizzato una soluzione hardware e software per la sanificazione dell’aria.
Nel primo concorso, da registrare l’assegnazione di un terzo posto ex aequo a due ricercatori trentini, Valentina Lazazzara, Post-doctoral researcher alla Fondazione Edmund Mach e Luca Matteo Martini dell’Università di Trento.

Euregio Premio Innovazione 2021
 delle Camera di commercio 
dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino

1° posto: EUR 10.000
SynpapsEES srl, Rovereto
Paolo Baldracchi
Risparmiare energia sanificando in continuo l’aria degli ambienti chiusi
Il progetto UV-it ha sviluppato, testato ed ingegnerizzato una soluzione hardware e software per la sanificazione dell’aria in continuo degli impianti di aerazione e climatizzazione all’uso della sola aria primaria e, qualora non sia possibile bloccare i ricircoli obbligano lo spegnimento dell’impianto. Questo sistema permette di risparmiare tra il 20-40% dell’energia per l’areazione ed il condizionamento estivo ed invernale degli spazi interni in funzione della percentuale d’aria che viene fatta ricircolare, rispettivamente del 30 e 50%.

2° posto: EUR 7.500
eBATH technology, Innsbruck
Pavel Ševela (insieme con Johanns Frenger)
SOPHIE smart shower

3° posto: EUR 6.000
Alpmine, Bolzano
Simon Wielnig (insieme con Manuel Siller)
Domanda per il premio innovazione alpmine

Altri finalisti qualificati (in ordine alfabetico)

FH Kufstein
Oskar Januschke
Immagine digitale del futuro, strategia per soluzioni energetiche sostenibili per 15 comuni della Regione alpina, aumento della resilienza

Moriggl RISAN GmbH, Glorenza
Thomas Moriggl
Riabilitazione delle tubature di acqua potabile domestica

Molinari Rail GmbH, Schwaz
Martin Zsifkovits
Innovativo serbatoio di idrogeno a bassa pressione per applicazioni mobili e fisse

Premio giovani ricercatori dell’Euregio delle Camere di commercio 
del Tirolo-Alto Adige- Trentino

1° posto: EUR 5.000

Helena Fornwagner & Oliver Hauser
Department of Economics and Econometrics, Università di Ratisbona, Germania
Department of Economics, Università di Exeter, Regno unito
Climate action for (my) children

2° posto: EUR 2.500
Matteo Giacomo Prina
Eurac research, Bolzano
Renewable energy high penetration scenarios using bottom-up modelling for the EUREGIO energy transition

3° posto ex aequo: EUR 1.000

Valentina Lazazzara
Post-doctoral researcher Fondazione Edmund Mach, San Michele all‘Adige
Detection, identification and functional characterization of plant and microbial volatile organic compounds (VOCs) that induce defence resistance in grapevine (Vitis vinifera L.) and inhibit plant pathogenes

Luca Matteo Martini
Università di Trento
Revealing the microscopic evolution of a CO2 plasma: Time-Resolved CO2 Dissociation in a Nanosecond Pulsed Discharge
La conversione dell’anidride carbonica (CO2) e metano (CH4) in composti a valore aggiunto in materie prime e carburante è l’argomento centrale di questo studio sui vettori di energia sostenibile e rinnovabile. Questo studio auspica allo sviluppo di tecniche avanzate di diagnostica spettroscopica per indagare i processi chimici e fisici in una scarica elettrica utilizzata per la conversione di CO2.

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA