Piena della Sarca, scatta la protesta ad Arco

AvatarRedazione18/10/20202min1258
20201003_DSC3643 ARCO PIENA DELLA SARCA - GARDA TORBOLE

Una manifestazione pacifica per delle risposte dopo la piena della Sarca. L’amministrazione comunale di Arco supporterà a fine ottobre una manifestazione da parte dei cittadini maggiormente colpiti dalla piena straordinaria del 3 ottobre. L’evento, che si svolgerà presso il centro giovani “Cantiere 26”, ha lo scopo di chiedere e sollecitare la Provincia e gli organi competenti a dare delle risposte in merito a quanto accaduto, specialmente per quello che riguarda la manutenzione del fiume.


Il comitato spontaneo cittadini ha già incontrato il sindaco Alessandro Betta e il suo vice Roberto Zampiccoli. I cittadini vogliono risposte certe e quindi l’amministrazione comunale appoggerà la manifestazione. Tra le richieste principali ci saranno una puntuale manutenzione del fiume e, se necessario, anche procedere con un’operazione di dragaggio. A sollevare questo tipo di petizione è stato anche il Comitato di partecipazione di Oltresarca. Questi chiedono alla provincia una pulizia costante e annuale del bacino del fiume, oltre che un’operazione di dragaggio quando necessaria. Come ricordato dalla Provincia, l’evento che ha coinvolto la Sarca, è stato il secondo più significativo dopo quello del 1999, come registrato dall’idrometro di Sarche (esistente dal ’94). Evento che ha reso necessaria la partecipazione di tutto il distretto dei Vigili del Fuoco dell’Alto Garda e Ledro, che si è occupato di mettere in sicurezza le abitazioni maggiormente a rischio e di chiudere il ponte di Arco per motivi di sicurezza, dato l’enorme flusso d’acqua.
(Stage Liceo “Maffei” -Sofia Tavernini)

La Busa

GRATIS
VIEW