Piazza in degrado a Chiarano di Arco , ecco l’effetto “prateria”

Redazione13/09/20212min1944
chiarano prateria foto 1 (1)
chiarano prateria foto 2


I lavori della piazza San Marcello a Chiarano d’Arco sono conclusi da un po’ di mesi, ma è rimasta un’area recintata con alcuni resti di cantiere. Lo stato di abbandono è messo in evidenza dalla “Associazione Tutela Romarzollo” con una lettera di protesta.
“Rammarico, delusione, rassegnazione – scrivono i componenti della Associazione – Questi i sentimenti percepibili negli sguardi delle persone che attraversano la piazza di Chiarano da ormai troppi mesi in stato di inaccettabile degrado. L’unica area sgomberata, sul sedime interessato dalla risistemazione prevista dal piano attuativo, è una striscia di porfido per il passaggio dei condòmini del quartiere a fianco della Chiesa. Il resto è un deposito materiali transennato nel quale erbacce infestanti, ferro e inerti fanno bella mostra di sé sullo sfondo della chiesetta cinquecentesca ed il suo battistero, tra l’altro uno dei pochi rimasti in Trentino. Incuria anche per le piante ad alto fusto, messe a dimora la scorsa primavera e già abbandonate al loro destino.
A febbraio del 2020 – prosegue la nota di protesta – i lavori non erano conclusi e l’impresa esecutrice per conto di Eremo chiedeva una proroga in vista della scadenza prevista dal piano attuativo. Servivano ancora pochi mesi, ma come mai la nostra Amministrazione Comunale ha pensato di concedere tre anni, la proroga massima concedibile? Ad eccezione del posizionamento dell’arredo i lavori della piazza, della strada e dell’adiacente parcheggio sembrano terminati: non capiamo perché attendere il 2023 per riaprire gli spazi pubblici.
Non vogliamo che la situazione si protragga ancora – conclude la nota di protesta – e quindi chiediamo al Comune di attivarsi in tutti i sensi perché l’area ritorni alla cittadinanza per usufruire di uno spazio pubblico decoroso e sicuro”.

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA