Ospedale Santa Chiara: dopo l’incendio proseguono gli interventi di bonifica

Redazione29/04/20242min
IMG-2668_imagefullwide
IMG-2666_imagefullwide



 

Stanno proseguendo i lavori per la bonifica delle aree dell’ospedale Santa Chiara di Trento interessate dal principio di incendio che si è sviluppato nella mattinata di mercoledì scorso. Accanto al personale tecnico e sanitario dell’Azienda sanitaria ed al Dipartimento protezione civile della Provincia hanno contributo al rapido spostamento del materiale deteriorato squadre dei Vigili del fuoco e del Servizio provinciale Bacini montani (con un gruppo proveniente per lo più dalla Val di Ledro). A tutti, il ringraziamento del presidente della Provincia e dell’assessore provinciale alla salute.
L’intervento è risultato particolarmente efficace perché effettuato dall’esterno dell’edificio, senza perciò interferire con altre zone dell’ospedale, cosa che avrebbe procurato notevoli disagi sia per il passaggio del materiale sia per la stessa movimentazione di polvere e fuliggine.
Al momento i materiali sono stati in parte conferiti nei container predisposti, in parte stoccati in zone destinate alle operazioni di bonifica. Ad esempio sono stati suddivisi controsoffitti, rivestimenti ed altri elementi non più recuperabili da attrezzature che invece sono destinate ad un processo di verifica, bonifica e successivo nuovo collaudo che stabilirà se possono tornare nuovamente in funzione mantenendo gli elevati standard di affidabilità di prima.
Grazie a questa collaborazione è stato possibile anticipate le operazioni di bonifica che sono già iniziate al sesto e al quinto piano e proseguiranno al quarto e al terzo, mentre in contemporanea proseguiranno gli interventi di pulizia al secondo.
Nel frattempo sono state riorganizzate le attività ambulatoriali presso Villa Igea e Crosina Sartori in attesa della restituzione degli ambulatori di oculistica. Le attività endoscopiche urgenti sono già state ripristinate presso l’ospedale Santa Chiara in una delle sale del blocco operatorio. L’obiettivo è di restituire la sala per le emergenze ortopediche dal 6 maggio.

Continue in browser
Per installare tocca Aggiungi alla schermata Home
Aggiungi alla schermata Home
La Busa
Ottieni la nostra APP. Resta aggiornato sulle ultime notizie.
Installa
La Busa Vorremmo mostrarti le notifiche per restare aggiornato sulle ultime notizie.
Rifiuta
Consenti notifiche