Mascherine: i lavoratori del Progettone al lavoro per il confezionamento

RedazioneRedazione09/04/20201min355

Sono 54 i lavoratori del Progettone impegnati nel confezionamento delle mascherine destinate alla popolazione trentina. Attualmente ne vengono prodotte, giornalmente, circa 70 mila confezioni, ma l’obiettivo è di arrivare, nei prossimi giorni, ad una produzione giornaliera di 100 mila. Ogni confezione, che sarà anche cellophanata al fine di garantire ulteriore sicurezza, contiene due mascherine chirurgiche e un foglietto con le istruzioni.
Il lavoro viene svolto su tre siti. A Lavis ed a Marco di Rovereto nelle strutture della Protezione Civile e a Spini di Gardolo presso il magazzino del Servizio per il sostegno occupazionale e la valorizzazione ambientale.
Il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, insieme all’ingegner Raffaele Decol, dirigente generale della Protezione civile, ha visitato le strutture di Spini e di Lavis per ringraziare i lavoratori impegnati in questo importante servizio, molto atteso dalla comunità trentina.
Da giovedì 9 marzo anche i gruppi dei NuVola, il volontariato della Protezione civile, saranno a disposizione per dare il proprio apporto nel confezionamento delle mascherine.

La Busa

GRATIS
VIEW