In un libro dialettale i ricordi del rivano Luciano Dassatti

RedazioneRedazione01/05/20213min472
luciano dassatti riva ok


“È stato un tuffo nel mio passato più lontano, fino a dove è arrivata la memoria. L’emozione mi ha preso non solo per quei ricordi, ma anche per esser riuscito a ritrovare il mio dialetto originale dopo sessant’anni dalla mia partenza da Riva”. Così afferma Luciano Dassatti, Rivano Doc, nella presentazione del suo libro dialettale “I Quadreti del Lucianino – Quando l’Anzolim el ciama…”, prodotto grazie alla collaborazione con l’Associazione culturale “Giacomo Floriani” di Arco, il cui presidente Livio Parisi così scrive: “Rivolgo un sentito grazie al “Lucianino” che ha saputo ben rappresentare realisticamente, ma anche emotivamente, il suo passato a Riva del Garda, che è stato anche il mio. I suoi racconti sono stati accostati a quelli del poeta della Baita, cui la nostra Associazione culturale si ispira per perpetuarne la memoria e per favorire la conoscenza della parlata dialettale locale”.
Sul piacevole libretto, oltre agli scritti dialettali, trovano spazio anche vecchie fotografie tratte dall’archivio di Vittorio Colombo e alcuni quadri di Franco Albino.

“Un libro pieno di ricordi – dice Colombo – di quel bambino che giocava al Marocco e scorrazzava in piazza Cavour. E poi al Brolio, alla Fraglia e via a strappar biglietti al cinema Perini. Che meraviglia! Luciano Dassatti, ammiraglio in pensione che vive a Livorno, compie un viaggio bello, allegro e struggente assieme. A ritroso per ritrovare un passato che chiede soltanto di essere riportato alla vita. Così, da sempre vanno le cose. E come per magìa tornano ad animarsi, in questo piccolo ma prezioso libro, affetti e colori. Torna il Lucianino dell’età bella e della piccola città dalle acque benedette dal Garda. C’era una volta… ma un po’ c’è ancora nei ricordi, quella nostra, cara, vecchia Riva”.
Il libro, curato da Alessandro Parisi, è principalmente rivolto agli appassionati del dialetto, che sono naturalmente anche appassionati dei luoghi altogardesani con la loro storia e le loro tradizioni.
Il libro lo si può trovare nelle edicole di Arco e Riva del Garda.

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA