Enaip di Arco: sinergia al Bruttagosto per dare buoni frutti

Redazione08/06/20213min664
bruttagosto-04
bruttagosto-06
Azienda Bruttagosto_Posa pozzetti e cavi
Azienda Bruttagosto_scavo per posa cavi
Azienda Bruttagosto_Connessione cavi
Azienda Bruttagosto_Foto dall'alto
Azienda Bruttagosto_Predisposizione quadro elettrico


Si è svolta nella mattina di martedì 8 giugno all’azienda Bruttagosto del Centro di formazione progessionale Enaip, in località Pratosaino, la presentazione del progetto «Il frutto di una sinergia», che ha portato alla realizzazione di un impianto elettrico di alimentazione per l’irrigazione automatizzata delle zone a vivaio, dell’orto biologico e delle altre aree del podere dove sono a dimora piante da frutto storiche.
Il progetto ha visto impegnati nei mesi di aprile e di maggio una decina di allievi che seguono percorsi differenziati di orto-floricoltura e vivaismo all’azienda Bruttagosto, e di quelli della classe terza elettrica. Una sinergia, come nel titolo del progetto, tra più insegnanti e tra studenti con competenze e obiettivi didattici diversi. I docenti Fabrizio Miori e Davide Segalla hanno coordinato e supportato gli allievi nella parte preparatoria, mentre il prof. Francesco Gioseffi, docente di matematica, ha curato la parte planimetrica. Il prof. Giorgio Decarli e alcuni studenti del settore elettrico hanno provveduto al settore prettamente elettrico. Al termine dei lavori c’è stata la fase del collaudo, alla quale hanno presenziato i docenti, le educatrici del centro Ephedra Veronica Tavernini e Lavinia Torboli e tutti gli allievi coinvolti.

Il progetto permette ora di disporre di un sistema automatizzato di irrigazione tale da facilitare le cure colturali da parte dei docenti e degli allievi, in particolare nel periodo estivo, con valorizzazione dell’intera azienda Bruttagosto. Sul versante più strettamente didattico e formativo, questo progetto ha favorito l’inclusione degli allievi del verde con gli altri allievi del centro Enaip di Arco: pur avendo operato a gruppi separati (nel rispetto attento delle regole anti-covid), ha arricchito questi ragazzi di nuove conoscenze tecnico-pratiche anche in ambito elettrico.
All’inaugurazione hanno preso parte il presidente della Fondazione Comunità di Arco Paolo Mattei, il direttore generale di Enaip Trentino Massimo Malossini, il direttore del CFP Enaip di Arco Diego Freo, i docenti e gli studenti coinvolti. Per l’amministrazione comunale c’erano il sindaco Alessandro Betta e l’assessore alla cultura Guido Trebo.
Il prof. Freo ha anticipato che già dal prossimo anno scolastico l’Enaip di Arco, primo in Italia, offrirà un nuovo corso di studi con specializzazione nella tutela e nella corretta gestione dell’acqua.

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA