“Educativa di strada” per ridurre le droghe nell’Alto Garda

Claudio ChiaraniClaudio Chiarani12/12/20192min426
droga sequestro carabinieri

Il progetto della Comunità di Valle, del quale se ne sta occupando l’assessore al sociale Patrizia Angeli, volto a informare e, per quanto possibile ridurre il consumo di droghe sul territorio, in particolare l’eroina che oggi si trova a basso costo, vede “coinvolte” diverse realtà. In prima fila l’Azienda per i Servizi Sanitari, Servizio Dipendenze, tutte le scuole del territorio, alcune Cooperative sociali come Ephedra che svolge il ruolo di capofila, poi Arcobaleno ed Eliodoro, Apsp casa Mia e il Gruppo Abele Torino Onlus. Oggi l’eroina è acquistabile a buon prezzo, e i giovani di 12/13 anni che iniziano lo fanno acquistandola per meno di 5 euro a dose. Un problema molto serio ed allarmante. Il dato, emerso durante un confronto tra i partecipanti al progetto ha innescato seria preoccupazione sul tema, per questo c’è l’intenzione di chiedere nuovi fondi nel tentativo di arginare il fenomeno dilagante tra i giovanissimi, l’uso e la dipendenza dall’eroina o droghe in generale. In particolare, si teme che possa dilagare nelle periferie della città del territorio, zone come Dro, Tenno e Torbole ad esempio e, visto che viene tagliata con farmaci da banco di tipo antidolorifico assume un mix oltremodo pericoloso per chi ne fa uso. Recentemente le cronache ne hanno riportato purtroppo l’ennesimo “risultato”, dunque è bene tenere alto il livello d’allarme visto che il trend dei giovani che si avvicinano alle droghe è in crescita.

La Busa

GRATIS
VIEW