Coronavirus, in Trentino la stagione invernale è pronta a ripartire

Redazione24/11/20213min403
COVID CORONAVIRUS VACCINAZIONE

Il Trentino è pronto per partire con la stagione dello sci in sicurezza. La situazione epidemiologica è sotto controllo e per i turisti che intendono venire ci sono regole e condizioni che garantiscono una condizione di sicurezza e tranquillità. Grazie alla poderosa campagna di vaccinazione, il Trentino non sta rischiando la zona rossa e la stagione dello sci è pronta per partire in tranquillità per tutti. Lo spiega l’assessore al turismo della Provincia autonoma di Trento, Roberto Failoni, anche per evitare ogni confusione con altri territori che vivono una condizione difficile in questa quarta ondata da Covid.
“La situazione epidemiologica in Trentino è ben diversa da altre situazioni vicine e più complesse, e risulta sotto controllo come pure la condizione dei ricoveri ospedalieri e delle terapie intensive. La buona copertura vaccinale, che per la popolazione over 12 è pari all’85,1%, è un altro elemento che contribuisce a una situazione di sicurezza per la salute di chi vive in Trentino e dei turisti. Le regole per ridurre i contagi sono applicate e rispettate dai cittadini e dagli ospiti” sottolinea l’assessore Failoni. “Abbiamo tutte le condizioni per poter accogliere in Trentino chi intende passare le proprie vacanze sugli sci o per vedere i mercatini e le altre attrazioni turistiche del nostro territorio – aggiunge l’assessore al turismo Failoni – Gli impianti sono già partiti o stanno partendo, le piste sono perfette e ci sono tutte le condizioni per avere una stagione invernale sicura per i turisti che vorranno venire. Tutte le strutture ricettive, la ristorazione, i bar sono attrezzati per ospitare e accogliere gli ospiti e i clienti nel pieno rispetto delle regole anti-Covid”.


Intanto il presidente Fugatti è intervenuto oggi alla conferenza Stato-Regioni: “Il fatto che il Governo abbia accolto le richieste delle Regioni è positivo. Ora si faccia il massimo affinché le decisioni prese non alimentino ulteriori tensioni sociali”. Lo afferma il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti che oggi ha partecipato alla conferenza Stato-Regioni in tema di misure anticovid. Sul tappeto come noto le esigenze manifestate dalle amministrazioni locali che in vista del Natale e a stagione invernale ormai pressoché avviata ritengono fondamentale assicurare lo svolgimento di attività, commerciali e turistiche in primo luogo ma non solo, senza le quali un’economia come la nostra subirebbe un colpo durissimo.
“Abbiamo comunque chiesto – precisa Fugatti – che il cosiddetto super green pass esteso anche alle zone bianche porti con sé anche le dovute attenzioni. Non possiamo permettere che il dissenso che sarà inevitabile da parte di alcuni, sfoci in situazioni di tensione che non porterebbero da nessuna parte. Rispetto delle regole dunque, prudenza e buon senso devono camminare l’uno accanto all’altro”.

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA