Autonomia, “Ci pensiamo noi”: in Regione il Liceo “A. Maffei” di Riva parla dei grandi carnivori

Redazione15/05/20244min
Cipensiamo_009 OK
Cipensiamo_002 OK
Cipensiamo_001 OK



 

Aula consiliare particolarmente vivace nella mattinata di martedì 14 maggio a palazzo della Regione. Il Consiglio provinciale ha ospitato negli scranni dei consiglieri gli studenti di tre istituti superiori trentini, trai i quali anche il Liceo “A. Maffei” di Riva del Garda, che si sono misurati nei mesi scorsi con il percorso “Ci pensiamo noi” ed oggi hanno potuto illustrare ai consiglieri eletti e alla Giunta provinciale – dentro il parlamento trentino – le loro concrete proposte sui temi amministrativi presi in considerazione. Una formidabile prova pratica di Autonomia, che il presidente del Consiglio provinciale – affiancato dai membri dell’Ufficio di Presidenza – ha elogiato in apertura, accogliendo calorosamente i ragazzi.
La Classe 5ª-A Linguistico del liceo Maffei Riva del Garda ha presentato una relazione sulla gestione dei grandi carnivori in Trentino.
Alissa, Sonila e Stephani hanno inquadrato la complessa problematica, che la classe ha approfondito confrontandosi con i dati forniti dagli esperti, reperiti anche dalla recente Conferenza d’informazione indetta proprio dal Consiglio provinciale. Gli studenti hanno fatto notare che i trentini favorevoli a orsi e lupi sono scesi nel tempo dall’iniziale 70% al 30% circa di oggi. Camilla ha espresso la convinzione che vi sia una tendenza alla politicizzazione del tema e della sua gestione e per contro un’ancora troppo scarsa informazione alla cittadinanza e un limitato coinvolgimento nelle scelte della popolazione. I liceali chiedono quindi una più ampia partecipazione attorno a questa tematica e più adesione dei decisori pubblici alla voce della scienza. Un punto concreto: si suggerisce la creazione di una Piattafoma locale europea, sull’esempio di quella creata a Bruxelles nel 2014 e finanziata anche da fondi Ue.
L’assessore competente ha replicato prestando molta attenzione alle osservazioni dei ragazzi. “Guardate – ha detto loro – che si sta già lavorando intensamente proprio nelle direzioni da voi indicate, si farà tra l’altro un’azione forte di informazione dopo le elezioni europee”. L’assessore ha invitato gli studenti a partecipare al prossimo tavolo dedicato che la Provincia organizzerà a breve, perché una loro presenza potrebbe aiutarli a toccare con mano la drammaticità concreta del problema, al di là delle buone intenzioni di tutti. Vogliamo salvaguardare la specie anche con pochi abbattimenti mirati, ha aggiunto. Siamo ormai a 100 orsi e ci preoccupa molto il lupo. Siamo per un approccio non ideologico e per un obiettivo di convivenza sostenibile. Stiamo lavorando molto, la cartellonistica sui grandi carnivori verrà presto sostituita e migliorata, tutti saranno informati. Faremo inoltre anche noi un sondaggio, per tastare davvero il polso alla popolazione.
La Classe 2A dell’Istituto agrario Edmund Mach di San Michele all’Adige ha parlato dello sviluppo dell’agrivoltaico, mentre il tema trattato dalla Consulta provinciale degli studenti – Commissione trasporti, edilizia e territorio, riguarda il benessere nelle valli.
All’esame dei tre temi è seguita una serie di saluti e interventi dei politici presenti.

Continue in browser
Per installare tocca Aggiungi alla schermata Home
Aggiungi alla schermata Home
La Busa
Ottieni la nostra APP. Resta aggiornato sulle ultime notizie.
Installa
La Busa Vorremmo mostrarti le notifiche per restare aggiornato sulle ultime notizie.
Rifiuta
Consenti notifiche