«A Cura delle Donne», iniziative a Riva del Garda

RedazioneRedazione07/03/20213min485
mimosa_donna_2020_pixabay


«A Cura delle Donne» è il titolo del ciclo di iniziative che si svolge lunedì 8 marzo a Riva del Garda per la Giornata internazionale della donna.
La giornata di celebrazione inizia con «Una mimosa per ricordare e riconoscersi», cerimonia di messa a dimora di una pianta di mimosa, simbolo della Giornata internazionale della donna, a cura del sindaco Cristina Santi: alle ore 9.30 al giardino dell’Apsp Città di Riva in via Ardaro e alle ore 10 al parco dei Nonni in largo Marconi. Un modo per esprimere la gratitudine e l’apprezzamento della collettività al lavoro prezioso e difficile di tante donne in prima linea nella lotta alla pandemia. Accanto alle piante di mimosa sarà posta una targa.
Alle 10.30 in municipio il sindaco Cristina Santi e Mirella Serafini, consigliere comunale con delega alle politiche per la terza età, accoglieranno Marina Bonomi, classe 1938, cofondatrice della cooperativa Mimosa (nata nel luglio del 1980 dall’iniziativa di dodici donne), per esprimerle la gratitudine e l’apprezzamento dell’amministrazione comunale e idealmente della città per l’importante attività svolta e per il ruolo propositivo ricoperto nella cooperazione.

La Giornata internazionale della donna si chiude alle 20.30 con «Donne e resilienza: storie di rinascita e coraggio», conferenza online sul canale youtube del Centro studi Evolution di Verona. I relatori, Pietro Lombardo (pedagogista, formatore e direttore del Centro), Andrea Picco (psicologo e drammaterapeuta) e Beatrice Niero (attrice) narreranno delle storie di donne. Da sempre le donne nel corso della storia hanno dovuto subire ingiustizie e soprusi d’ogni genere. Eppure, proprio da loro sono nati i più fulgidi esempi di coraggio, di resistenza all’ingiustizia, di sana ribellione e di rinascita interiore attraverso il dono della generatività che è insito nel cuore della donna. Conoscere il tema della resilienza attraverso gli studi scientifici e la testimonianza di donne resilienti, permette di diventare più forti e capaci di affrontare i momenti più difficili dell’esistenza. La conferenza si può seguire liberamente al link https://youtu.be/vCzyGU9DyFA, anche accedendo da facebook (https://www.facebook.com/488218031204609/posts/4467587143267658).
«Avevamo programmato anche delle iniziative culturali e musicali -spiega il vicesindaco Betta- ma purtroppo il peggioramento della situazione sanitaria non ci ha permesso di realizzarle; però contiamo, se e quando possibile, di recuperarle».

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA