“Trentino No Filter”, premiata la cultura trentina sui social

Redazione15/09/20233min
Trentino-No-Filter_imagefullwide

 

Sono Zoe Copertino e Selene Cailotto le prime classificate al concorso a premi “Trentino no filter – la cultura per te”. Il contest che durante l’estate ha invitato i giovani italiani a vivere e raccontare la cultura trentina attraverso un contenuto social si è chiuso con la premiazione dei vincitori. Per la categoria 18-20 anni, oltre alla prima classificata Selene Cailotto, si sono piazzati in seconda e terza posizione Gabriele Carnio e Francesco Masina che hanno ricevuto anche una menzione speciale, così come Niccolò Voltolini. Nella categoria dai 21 ai 24 anni, dietro a Zoe Copertino, si sono distinti Marco Deavi ed Evelyn Andreatti. Due in questo caso le menzioni speciali, assegnate ad Ismaele Gregori e a Miriam Carpentari.
Ai sei giovani che con spiccata creatività sono riusciti a conquistare il podio nelle due categorie sono andati i premi in denaro di 2.500 Euro, 1.500 Euro e 500 Euro, in ordine di classifica.
L’iniziativa è stata promossa dall’Assessorato all’istruzione, università e cultura della Provincia autonoma di Trento, dal Dipartimento provinciale all’istruzione e cultura, con il coordinamento di Trentino Sviluppo – Trentino Film Commission e la collaborazione di Trentino Marketing. Ai ragazzi italiani dai 18 ai 24 anni è stato chiesto di rispondere immergendosi nell’offerta culturale trentina e di interpretarla attraverso un contenuto social. Sono stati 60 (suddivisi in 21 nella categoria dai 18 ai 20 anni e 39 nella categoria dai 21 ai 24 anni) i ragazzi prevalentemente trentini che hanno inviato i propri video, reel, caroselli e stories per Tik Tok, Instagram e YouTube.
Sono arrivate foto di musei, affreschi e personaggi, reel di concerti in natura, immagini aeree di castelli medievali, rievocazioni storiche in costume, collage di fotografie d’epoca confrontate con l’attualità e anche il viaggio di un canederlo tra i luoghi pop del Trentino frammentato in dieci stories. Varie anche le tecniche utilizzate per l’esecuzione dei lavori che hanno riguardato tutte le piattaforme social menzionate nel regolamento: Tik Tok, Instagram e YouTube.

Selene Cailotto ha vinto con un reel sulla multidirezionalità del patrimonio culturale trentino rispondendo così alla domanda: “Cos’è cultura?”.
Zoe Copertino ha vinto componendo una giocosa serie di videostories in cui tre fantasmini “spinti dallo Spirito Trentino a recuperare la cultura trentina” spaziano dal Muse a Malga Andalo, dal Museo Pietra Viva di Sant’Orsola a Ledro Land Art, con un finale molto poetico.

 


Continue in browser
Per installare tocca Aggiungi alla schermata Home
Aggiungi alla schermata Home
La Busa
Ottieni la nostra APP. Resta aggiornato sulle ultime notizie.
Installa
La Busa Vorremmo mostrarti le notifiche per restare aggiornato sulle ultime notizie.
Rifiuta
Consenti notifiche