Torbole, al via il progetto di valorizzazione della Foce della Sarca

Redazione14/08/20222min
20220811IMG_0942 CANNETO FOCI SARCA TORBOLE
20220811IMG_0950 CANNETO FOCI SARCA TORBOLE
20220811IMG_0946 CANNETO FOCI SARCA TORBOLE

Torbole approva il progetto di valorizzazione della Foce della Sarca e riqualificazione della scogliera, luoghi di biodiversità, fondamentali per gli uccelli migratori. Qui accesso e balneazione saranno vietati, anche per motivi di sicurezza.

Sono previsti tre interventi:
Intervento 1: “Valorizzazione dell’area ripariale lacustre”. Si intende ripristinare le ottimali condizioni di semi naturalità dell’area per favorire la sosta e la presenza di volatili che, già oggi, utilizzano questa zona come tappa del percorso migratorio. L’area sarà ampliata, portandone il limite fino al molo antistante il Surfcenter Lido Blu. Ci saranno delimitazione con barriera graticcio, pulizia rovi, piantumazione specie presenti, interventi di ingegneria naturalistica per un costo stimato di 60.704,70 Euro.

Intervento 2: “Riqualificazione scogliera”. La scogliera, lunga circa 65 metri, necessita di una riqualificazione ambientale che ne mitigherà l’impatto visivo e ne migliorerà l’inserimento nella naturalità del contesto. Ci saranno asporto del terreno ghiaioso e sostituzione con terreno vegetale, piantumazione di talee di salice e di un canneto, posizionamento di un pannello illustrativo sulle specie vegetali e sull’intervento. Il costo stimato è di 19.966,80 Euro.

Intervento 3: “Rinverdimento della sistemazione in massi sciolti sulle sponde e realizzazione zone morte”. Nel tratto tra la passerella ciclopedonale e il ponte di Torbole, si punta al rafforzamento della diffusione e della crescita di alcune specie vegetali autoctone. Ci sarà la movimentazione e riposizionamento dei massi ciclopici già presenti e la stesa di terreno all’interno di sacchi di juta, oltre alla piantumazione di talee di salice e cespugli di ginestra. Inoltre si creeranno alcune “zone morte” per la sosta dei natanti, principalmente canoe. Il costo stimato è di 27.422,18 Euro.

Il totale ammonta quindi a 108.093,68 Euro ed è coperto per 43.237,47 Euro con contributo Bim, per 55.000 Euro con contributo della Comunità Alto Garda e Ledro e per 9.856,21 Euro con fondi propri del Comune.


La Busa Vorremmo mostrarti le notifiche per restare aggiornato sulle ultime notizie.
Rifiuta
Consenti notifiche