Tanti Auguri con “I òvi dé Pasqua”

Redazione17/04/20223min
dipingere uova pasqua

Per augurare ai lettori una Pasqua di serenità offriamo una bella poesia dialettale di Livio Merler, che l’autore ci ha fatto pervenire per mezzo della Associazione Culturale “Giacomo Floriani”.

I òvi dé Pasqua

En dì dé Pasqua dé ‘n an che nó ricordo,
ma dé sicùr dé tanto tempo fa,
su la credenza sóto la vedrìna
gh’èra ‘n zestèl dé légn, tut ‘npaià.

L’èra ‘n zestèl tegnù sempre con cura
che sé ‘l dropàva anca fòr per l’an,
però da Pasqua usando pù premura
sé l’abelìva dé fiòchi fati a man.

E zo ‘n té stó zestèl lì bèn postàdi,
come ‘l fuss fiori metùdi ‘n té ‘n vasét,
gh’èra zo òvi tuti coloràdi
en pò dé zalt, de vért e dé violét.

A diferenza dé i òvi usàdi ancòi,
òvi dé marca Ferèro o Perugìna,
per nói che èren tiràdi su a fasòi
l’èra sól sèmplizi òvi dé galìna.

Aprile 2022
Livio Merler

Livio Merler nasce a Trento da famiglia contadina nel 1948. Compiuti gli studi tecnico-commerciali presso il Collegio Arcivescovile di Trento, si affaccia all’attività lavorativa negli anni del miracolo economico. Tuttavia non ha mai dimenticato i momenti di dignitosa ristrettezza nei quali la sua famiglia lo ha cresciuto con amore. Le sue radici lo portano spesso, durante le sue lunghe passeggiate nella campagna trentina, a meditare con pacata energia il tempo che fu, quasi a voler dimostrare con umiltà l’assunto che gli è caro ripetere a chi ha riscontrato la sensibilità velata nei suoi versi: “Anche i ragionieri hanno un’anima”.
Ha dato alle stampe tre pubblicazioni: “Momenti del temp che passa” nel 2004, “Pensieri e Ricordi” nel Natale del 2011 e “Barzeléte én versi” del 2017. Quasi altri duecento componimenti sono nel cassetto dei ricordi in attesa di venire alla luce.
La Busa Vorremmo mostrarti le notifiche per restare aggiornato sulle ultime notizie.
Rifiuta
Consenti notifiche