Nuovo teatro a Riva del Garda: “La torre scenica sarà alta 21 metri”

Redazione11/10/20212min1291
_DSC4228 RIVA PALACONCRESSI COSTRIZIONE AREA


Continua a tenere banco a Riva del Garda il progetto del nuovo teatro (con relativa torre scenica) e del Centro Congressi. Il sindaco di Riva del Garda, Cristina Santi, ha incontrato gli assessori provinciali Achille Spinelli e Roberto Failoni per discutere le correzioni richieste dalla giunta rivana, e i relativi accordi economici. “Siamo a buon punto – ha dichiarato Santi – speriamo di definire l’accordo e firmare il relativo protocollo d’intesa nelle prossime settimane”. Correzioni che riguardano essenzialmente tre punti: la torre scenica, i parcheggi e gli accessi ai parcheggi stessi.
La torre scenica verrà abbassata di circa tre metri, e l’altezza complessiva dovrebbe attestarsi attorno ai 21 metri; quanto ai parcheggi, essi saranno complessivamente 295-300, una quarantina in meno rispetto al progetto originario. Tutti interrati, 158 sotto la nuova ala del Palazzo, 120 più ad est, verso l’Hotel Lido. Accesso e uscita al parcheggio saranno distinti; in particolare, l’accesso avverrà da viale Carducci, l’uscita su rampa con corsia di 5 metri su via Filzi, a nord del nuovo teatro. Il tema è stato discusso anche nel corso dell’ultima seduta del civico consesso rivano. “La gestione del teatro sarà per noi un bagno di sangue – ha dichiarato il primo cittadino Santi – È vero, come dice l’ex sindaco Mosaner, che ci si nutre di cultura ma noi siamo prima di tutto amministratori pubblici e dobbiamo far sì che la cultura di cui ci si nutre non diventi simbolo dello spreco di denaro pubblico. Vedremo nel tempo se e quanto il nuovo teatro sarà sostenibile finanziariamente”.
s.bass.

La Busa

GRATIS
VISUALIZZA