L’orsa con i cuccioli sempre più confidente: ripresa in un vigneto a Dro

Fabio Galas05/07/20243min



 

L’orsa con tre cuccioli che sta girovagando liberamente nell’Alto Garda è stata avvistata di nuovo, questa volta a Dro sotto un vigneto vicino al bosco, a quanto sembra nei pressi del Ponte Romano sulla Sarca. Gli altri avvistamenti, nei giorni scorsi, sono stati a Varignano e Padaro di Arco.
Nelle immagini di oggi si vede l’orsa in piedi sotto il folto vigneto osservare chi riprende, poi riscendere sulle quattro zampe e tornare assieme a due piccoli nella boscaglia. Il terzo cucciolo si è trovato tra la madre e l’uomo e quindi, spaventato, si e messo a correre e rugliare (viene chiamato così il verso dell’orso), quindi scappare poi anch’egli nel bosco dove avrà raggiunto il resto della famiglia.
Probabilmente l’uomo si è venuto a trovare, suo malgrado, tra l’orsa e il cucciolo che si era allontanato. Nel filmato si vede chiaramente che a correre spaventato è il cucciolo e non mamma orsa, come travisato da molti cittadini.
Fatto sta che l’orsa con la cucciolata sta diventando sempre più confidente, abbassandosi fino al fondovalle. Questo dovrebbe far adottare le misure di prevenzione e controllo da parte della Provincia, come successo in Valle di Sole, prima che capiti un altro incontro  che possa far trovare cittadini in grave pericolo.
Da parte della Provincia è giunto poi un comunicato che, in qualche modo, accusa l’uomo di aver fatto un selfie. “Orsi, è vietato e pericoloso seguirli per un selfie” titola il comunicato. Anche se di un selfie non si è trattato, ma solo della ripresa col telefonino, per documentare la confidenza del plantigrado, da parte dell’uomo che è rimasto immobile nella sua posizione trovandosi in una situazione di pericolo tra un’orsa e il suo cucciolo
“In caso di incontro ravvicinato con un orso – prosegue il comunicato della PAT – è importante evitare ogni tipo di interazione e allontanarsi in silenzio. Rimanere nelle vicinanze per osservarlo, fotografarlo e filmarlo o – addirittura – seguirlo, è vietato e pericoloso. Lo ricorda il Servizio Faunistico della Provincia autonoma di Trento, alla luce della diffusione di un breve filmato dove si vede un’orsa accompagnata da tre piccoli all’interno di un vigneto nella zona dell’Alto Garda che vengono avvicinati e infastiditi da una persona. In caso di avvistamento – è la regola di sicurezza riconosciuta a livello internazionale – è importante allontanarsi lentamente. Se l’orso si avvicina, è necessario attendere che si allontani spontaneamente prima di proseguire il proprio cammino. Non seguirlo, nemmeno se si è in auto”.

Continue in browser
Per installare tocca Aggiungi alla schermata Home
Aggiungi alla schermata Home
La Busa
Ottieni la nostra APP. Resta aggiornato sulle ultime notizie.
Installa
La Busa Vorremmo mostrarti le notifiche per restare aggiornato sulle ultime notizie.
Rifiuta
Consenti notifiche