Coronavirus, movida a Riva del Garda: i “5 Stelle” interpellano il Comune

RedazioneRedazione23/05/20202min5629
movida riva 3

Il gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle di Riva del Garda ha inviato al Sindaco Adalberto Mosaner un’interpellanza relativa ad assembramenti pericolosi che il gruppo politico ha documentato con esaurienti fotografie relative alla movida rivana. La voglia dei giovani di ritornare a stare assieme può portare a non rispettare le regole imposte dall’emergenza sanitaria, come già visto nelle grandi città e ampiamente criticato da chi fa tutto il possibile per far rispettare le disposizioni.
“Giovedì 21 maggio – scrive il consigliere Andrea Matteotti – mi è stato riferito di continui e persistenti assembramenti di persone che frequentano alcuni locali pubblici di Riva del Garda durante le ore del pomeriggio e della sera. Abbiamo potuto documentare come gli avventori dei locali non rispettino le misure di sicurezza e la distanza minima obbligatoria (1 metro) poste a tutela dal contagio del virus Covid-19. Abbiano scattato alcune fotografie dove si possono vedere persone che chiacchierano amabilmente sedute fianco a fianco senza indossare la mascherina prescritta. Sono in vigore precise ordinanze provinciali e norme statali che vietano simili comportamenti e che prevedono anche pesanti sanzioni a carico dei clienti e dei gestori degli esercizi”.
Il consigliere comunale, quindi, chiede al Sindaco “Se l’Amministrazione comunale è al corrente di questa situazione completamente fuori dalla norma e pericolosa per la salute pubblica visto l’alto rischio di diffusione del covid19; quanti controlli ha effettuato la Polizia Locale nei locali pubblici a partire da lunedì 18 maggio, allo scopo di prevenire e contrastare simili comportamenti scorretti, e il dettaglio dell’ora di verifica e la tipologia degli esercizi pubblici visitati. Infine  – conclude il consigliere Matteotti – chiedo cosa intende fare l’Amministrazione comunale per evitare il verificarsi in futuro di simili fatti incresciosi e per contrastare le distorsioni ed i pericoli generati dalla voglia di divertimento rivana”.

La Busa

GRATIS
VIEW