Cfp Enaip di Arco sempre più tecnologico, ecco il simulatore di saldatura

Nicola Filippi12/04/20243min
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (14)
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (13)
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (11)
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (10)
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (9)
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (8)
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (7)
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (6)
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (5)
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (3)
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (2)
_DSC6035 reparto saldatura e simulatore enaip arco (1)



 

Una scuola professionale sempre più al passo con le nuove tecnologie, sempre più sofisticate e innovative. Per venire incontro alle richieste di un mercato del lavoro sempre più specializzato, dove la differenza – non è mai scontato dirlo – è fatta dall’ingegno e dalle capacità dell’essere umano. Per un pomeriggio, il comparto meccanico del Cfp Enaip di Arco, in via Gazzoletti, è stato teatro dell’interessante presentazione del nuovo e sofisticato simulatore di saldatura. L’incontro è stato ideato e preparato dal direttore del Centro, Diego Freu, e dai suoi collaboratori, per la promozione delle attività dell’istituto scolastico e della sperimentazione con gli allievi di tutte le nuovissime e sofisticate apparecchiature meccaniche, introdotte nel reparto meccanico. È stato un momento di alta formazione scolastica, molto apprezzato sia dagli studenti sia dagli invitati. Erano presenti molte personalità del settore terziario, fra le quali Daniela Bertamini, presidente dell’Associazione Artigiani Alto Garda e Ledro, Fausto Eccher responsabile Enaip Trentino per il settore saldatura e Luca Zaninotto, tecnico commerciale della Arroweld Italia.
Al benvenuto del direttore del Centro, Diego Freo, sono seguiti gli interventi del sindaco Alessandro Betta e di Fausto Eccher. Quest’ultimo, ha illustrato l’utilità della formazione in saldatura e il valore della Certificazione di saldatore “International Welder”. Luca Zaninotto invece ha presentato i vantaggi dei simulatori Fronius, per efficacia e sicurezza per gli stessi studenti, mentre Claudio Sartorelli, professore dell’istituto, ha sottolineato l’impegno della scuola arcense volto a migliorare le attrezzature in dotazione con tecnologie che si rivolgono a una richiesta di professionalità sempre più crescente.
Dopo gli interventi delle autorità, due studenti del Centro (Alessandra Griggi e Daniel Kociu) hanno mostrato ai presenti il funzionamento del simulatore di saldatura. Gli altri studenti, invece, erano impegnati in attività di tornitura e saldatura o nelle aule Cnc.
“Con il Centro di Arco intratteniamo da sempre un’ottima collaborazione – ha affermato Silvia Guella, responsabile dell’ufficio artigiani per la Città di Arco – lo scorso anno, durante un incontro con le classi terze della scuola, notai un profondo e positivo cambiamento relativo alla formazione dei ragazzi, i cui docenti mostravano una grande determinazione, oltre alla grande professionalità”.
“Il nostro è un mondo molto variegato – ha spiegato nel suo intervento la presidente Daniela Bertamini – sul territorio provinciale sono presenti 38 categorie di artigiani, divisi in 11 federazioni; per questo motivo, necessitiamo di manodopera sempre più qualificata”. “Il nostro obiettivo – ha concluso la presidente degli artigiani altogardesani – è lavorare sempre più a stretto contatto con le scuole e ci auguriamo che le formazioni professionali abbiano finalmente presso le nostre famiglie il giusto credito positivo che meritano largamente di avere”.

Continue in browser
Per installare tocca Aggiungi alla schermata Home
Aggiungi alla schermata Home
La Busa
Ottieni la nostra APP. Resta aggiornato sulle ultime notizie.
Installa
La Busa Vorremmo mostrarti le notifiche per restare aggiornato sulle ultime notizie.
Rifiuta
Consenti notifiche