“Basta mascherine a scuola”: Bisesti e Achammer scrivono al Governo

Redazione13/05/20222min168
mascherina covid 2

 

L’assessore provinciale all’istruzione Mirko Bisesti, assieme al suo omologo altoatesino Philipp Achammer, ha scritto ai ministri Roberto Speranza e Patrizio Bianchi, rispettivamente a capo dei dicasteri alla Salute e all’Istruzione, per chiedere la possibilità che le scuole delle due Province autonome possano derogare all’obbligo della mascherina in aula da qui alla fine dell’anno scolastico.
“Per noi è assolutamente fondamentale questo percorso”, commenta l’assessore Bisesti. “Come Province autonome, anche nell’ottica regionale, abbiamo investito tanto per far sì che la scuola in presenza fosse un valore: ci siamo distinti più di altri territori per questo. Il Trentino è risultato il territorio italiano dove i ragazzi sono potuti rimanere di più in presenza durante la pandemia e in questi due anni abbiamo continuato ad investire negli organici. Chiediamo dunque con forza al Governo nazionale che gli studenti e gli alunni, specialmente i più piccoli, possano togliere la mascherina anche quando sono seduti sui banchi di scuola: oggi i ragazzi italiani sono gli unici in Europa a doverle indossare, in un luogo dove le regole di sicurezza e i protocolli sono garantiti e sono stati fatti rispettare con rigore. La vita sociale è ripresa nei ristoranti, nei bar e negli esercizi pubblici e l’attenzione verse queste categorie è importante, chiediamo che la stessa attenzione sia rivolta al mondo della scuola”, ha detto l’assessore.