“Il Piano Stralcio della Mobilità e Aree Produttive non passerà, via libera alle varianti comunali”

image
Descrizione

Il consigliere della Comunità di Valle Alto Garda e Ledro Ezio Viglietti ha inviato una nota a nome del gruppo consiliare “Onestà, partecipazione e ambiente” in merito alle dichiarazioni del Presidente Mauro Malfer sulla mancata votazione del PTC da parte del Consiglio a causa dell’approssimarsi del semestre bianco.
“Il presidente Malfer – scrive Viglietti – annuncia che entro novembre 2019 il Consiglio della Comunità voterà per la seconda volta i Piani Stralcio della Mobilità e Aree Produttive e si potrà procedere alla stesura del Piano Territoriale di Comunità, sul quale stiamo lavorando da mesi ma che purtroppo non potremo approvare in prima adozione perché scatterà la scure del semestre bianco. Tali affermazioni – dice il Consigliere – comprovano il fallimento del presidente Malfer, del Comitato Esecutivo e della Maggioranza del Consiglio della Comunità nello svolgere il programma politico dichiarato quattro anni fa. Infatti la mancata approvazione del Piano Territoriale della Comunità, atto amministrativo che rappresenta la visione strategica del territorio dal punto di vista sociale economico e ambientale, costituisce un fatto gravissimo.
Nella Commissione Consultiva Urbanistica e Temi Ambientali della Comunità svoltosi il 20 settembre 2019 – prosegue Viglietti – abbiamo stigmatizzato tale comportamento della maggioranza. L’Arch. Zolin e il Presidente della Commissione Marocchi (Sindaco di Tenno) hanno risposto affermando che l’Ufficio di Piano non è dotato di risorse umane sufficienti per espletare tutte le procedure previste e che d’altra parte anche altre Comunità non sono riuscite a votare il PTC. Argomentazioni risibili e inconsistenti, tenendo conto che per quattro anni si è fatta “melina” su questo importante strumento programmatico. Si sono anche esternati dei sospetti – conclude il consigliere – come peraltro già fatto nelle sedi istituzionali, che questa operazione sarebbe stata orchestrata dalla Conferenza dei Sindaci per dare maggiore efficacia ai piani attuativi e alle varianti dei PRG dei Comuni di Arco (area Linfano AMSA) e Riva del Garda (ex Area Cattoi). Infatti la mancata approvazione del PTC non pone vincoli alla pianificazione comunale.









La Busa

GRATIS
VIEW